mercoledì 22 maggio 2013

Segnalazione - Giveaway su Pensieri d'inchiostro.

Oggi, girovagando tra il web, sono approdata su questo blog e ho visto questa iniziativa.
Allora mi sono detta perché non partecipare? Anche se la fortuna non è mai dalle mie parti... *fischietta*

Il libro in palio è La punizione del romanzo di Danila Passerini.






Titolo: La punizione del romanzo
Autore: Danila Passerini
Editore: L’Erudita
Collana: L’Urgente
Pagine: 170
Anno di pubblicazione: 2013
Prezzo: €15,00
ISBN: 9788867700288






Clicca qui per partecipare!

martedì 21 maggio 2013

Qui sera le prochain? #1



Questa è una lista dei libri che andrò a recensire prossimamente.



1 - Kiera Cass - The Selection


Uno spettacolo sfavillante come un diamante, una
competizione feroce come la vita, un gioco pericoloso come l’amore.

Titolo: The Selection
Autore: Kiera Cass
Traduttore: A. Carbone
Pagine: 288
Prezzo: € 17,90
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Distopia
Serie: The selection #1
Data di pubblicazione: 12 Marzo 2013
Trama: In un futuro lontano, in un Paese devastato dalla guerra e dalla fame, l'erede al trono seleziona la propria moglie attraverso un reality show. Spettacolare. Per molte ragazze la Selezione è l'occasione di una vita. L'opportunità di sfuggire a un destino di miseria e sognare un futuro migliore. Un futuro di feste, gioielli e abiti scintillanti. Ma per America è un incubo. A sedici anni, l'ultima cosa che vorrebbe è lasciare la casa in cui è cresciuta per essere rinchiusa in un Palazzo che non conosce. Perdendo così l'unica persona che abbia mai amato, il coraggioso e irrequieto Aspen. Poi però America conosce il Principe Maxon e le cose si complicano. Perché Maxon è affascinante, dolce e premuroso. E può regalarle un'esistenza che lei non ha mai nemmeno osato immaginare... 


Un nuovo blog.

Non sono molto afferrata con le presentazioni, non che non sappia presentarmi o dire qualcosa su di me, ma perché non riesco a strutturare una esposizione lineare con uno schema logico.
In altre parole, perdo spesso il filo del discorso.

Come avrete notato, non sono nuova sulla Blogosfera, avevo creato un altro blog precedentemente, anche se ora l'ho eliminato, in quanto non mi piaceva. Ho deciso di aprirne uno nuovo.
Non mi soffermerò sulle questioni che mi hanno spinta a cominciare un nuovo capitolo, dirò solo ciò che, in teoria, vorrei fare di questo nuovo portale.

Bisogna, però, fare un passo indietro. Non credo che mi conosciate.
Il mondo reale è grande, la Blogosfera lo è ancora di più!
Esistono, infatti, moltissimi blog interessanti che catturano la nostra attenzione ogni giorno, ma solo pochi di essi riescono a prenderci sul serio e farci esclamare: "Perbacco, è geniale!"
E il mio, forse, passerà inosservato, sia a causa della grafica essenziale che per la sua condizione spoglia. Eppure sentivo la necessità di innestare questo flusso di pensiero e aprire ufficialmente le porte di questo mio piccolo angolo.
Sono Liusca, una comune ragazza di 18 anni compiuti, che non vede l'ora di dire la propria sul mondo dell'editoria e sulla letteratura contemporanea (perché no?), per quanto siano limitate le mie conoscenze.
Ho trascorso due anni sul forum Writer's Dream, dove ho conosciuto persone fantastiche senza le quali non so dove sarei ora. Ho "incontrato" persone reali che mi hanno guidata alla scoperta di una realtà mesta e cupa, piene di insidie, in cui non sempre sono le persone meritevoli a emergere con successo.
Tuttavia su quel forum ho compreso che è difficile trovare un editore ben intenzionato a pubblicare le tue opere, ma non impossibile quando entrano in gioco la costanza, il desiderio di migliorarsi e mettersi in dubbio. Tant'è che una giovane ragazza poco più grande di me è riuscita a esordire con una casa editrice, che sembrava quasi irraggiungibile per comuni mortali. Parlo di Agave, Gisella Laterza, che ha appena pubblicato il suo romanzo d'esordio "Di me diranno che ho ucciso un angelo".
Sinceramente, non abbiamo stretto un forte legame. (Ci sono molti bravi scrittori nel WD e quando parlo di bravi scrittori non mi includo nel discorso, perché ho ancora tanto da imparare.)
Dicevo, il WD è grande ed è difficile incrociarsi nelle varie discussioni, soprattutto quando si tratta di una utente come me che non riesce ad allacciare i rapporti con tutti. Magari, l'ho intravista qualche volta, però non abbiamo mai conversato direttamente.
Fatto questo preambolo, volevo dire che Agave rappresenta il simbolo del sogno di una vita che si realizza. Una dimostrazione che, nonostante tutto, nella vita il lieto fine esiste.
E sono veramente contenta per lei.
Ecco, lo sapevo, sono andata fuori traccia. Questa digressione non ci doveva essere.
Dicevo, partecipo al WD e sono stata appena promossa alla teoria della patente!

Termino qui con questa lunga presentazione/ non presentazione.
Ci vediamo presto per un articolo più approfondito e più inerente al mio progetto.
Baci, Liusca.